Il musicista “Cafiero”

Recensione e biografia del musicista Salvatore Cafiero. Un’artista emergente di grandi prospettive e immense capacità.
Cafiero pubblicherà il suo album d’esordio a settembre. Il musicista, eletto nel 2015 “miglior chitarrista dell’anno” in occasione del concorso #nuovoMEI e noto per le prestigiose collaborazioni artistiche con Gianluca Grignani, Nek, Eros Ramazzotti, Tiromancino, ecc., ha dato vita ad un progetto cantautorale sorprendente.



L’artista ha reso nota la copertina del suo omonimo lavoro discografico “Cafiero”, realizzata da Daniele Pratolini, sui propri profili social.
L’immagine scelta da Cafiero è quella di un bambino che ha tra le mani una chitarra proprio per esprimere l’amore per la musica che nutre sin dai primi anni di vita e la purezza della creatività libera da ogni pregiudizio. Un omaggio alla musica rock degli anni ’60 e ‘70 quando il genere usurpa un’ondata rinnovatrice ed, evolvendosi, ingloba svariate culture e stili musicali. Non a caso la grafica colorata sul corpo del fanciullo richiama il fenomeno hippie che diede vita al flower power. I colori agiscono sull’anima attraverso i sensi come la musica.
Il disco (prodotto da Andrea Tripodi) è frutto di anni intensi di lavoro ed attesta la spiccata sensibilità dell’artista unita al talento, capace di spaziare tra i più diversi generi musicali. Cafiero, abile nel raccontare la vita attraverso testi incisivi accompagnati da un sound corposo ed affascinante, ha tutte le caratteristiche per affermarsi tra i cantautori più interessanti del panorama artistico italiano.



LA BIOGRAFIA DEL MUSICISTA: Cafiero, all’anagrafe Salvatore Cafiero, musicista, cantautore e produttore, di origine salentina, a soli 18 anni vanta già numerose esperienze musicali e collaborazioni con svariati gruppi. Terminati gli studi decide di intraprendere l’attività di musicista professionista lavorando con band principalmente blues.
A 20 anni si dirige negli Stati Uniti dove prende parte a diversi progetti e, tornato in Italia, forma i Super Reverb, una delle realtà salentine più apprezzate. Nel 2005 esce il primo cd della band dal titolo “Solo Rock’n’Roll” a cui segue un tour in Austria e in Svizzera, sui palchi dei più grandi Festival blues europei.
Dopo anni di live e collaborazioni varie, a fine 2011, per ampliare la propria creatività oltre le barriere stilistiche di una band, Salvatore intraprende ufficialmente la sua attività da solista con il nome “Cafiero” e produce dei brani con un mix di strumenti spartani e vintage registrando in maniera volutamente easy, istintiva, suonando ogni strumento.
Nel luglio 2010 si occupa della produzione artistica del secondo album dei Super Reverb dal titolo “Fino alla luna” e nel 2011 entra a far parte della band di Dolcenera.
Il 2013 si apre con una breve collaborazione con Emma e dal mese di agosto dello stesso anno è impegnato come chitarrista nell’intenso tour estivo di Gianluca Grignani. Successivamente, a partire da novembre, tiene una serie di show live negli Stati Uniti. Conclusa l’entusiasmante esperienza, ritorna in Italia e dà vita al progetto “Suck my Blues” di cui è produttore/autore/cantante e chitarrista di brani inediti (blues, rock e funk) in lingua inglese. Tale progetto è accompagnato da un Ep omonimo che rimane per mesi nella top 20 di Itunes dei dischi rock più venduti con grande riscontro della critica specializzata.
Dal 2014 è membro della band di Gianluca Grignani e, allo stesso tempo, intraprende una collaborazione con Eros Ramazzotti.
Il 1 settembre 2015 viene eletto “miglior chitarrista dell’anno” al concorso indetto dal “MEI” e, successivamente, collabora anche con i Tiromancino e Nek.

Guarda anche

Il nuovo album dei Los Defuntos: “Il mio universo irregolare”

Los Defuntos sono una band fiorentina che nasce nel Febbraio 2016. Fin dall’inizio della sua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *