Giovanni Allevi loda Jovanotti

Ludwig Van Beethoven non potrà ribattere oer cause di forza maggiore. Ma quello del pianista e compositore Giovanni Allevi è un gran giudizio di appoggio positivo a favore di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che nel 1997, produsse il suo primo album dal titolo “13 Dita“. Il compositore ascolano Giovanni Allevi, ai ragazzi intervenuti per ascoltarlo parlare e suonare al Giffoni Film Festival 2013 ha detto: “Credo che a Beethoven manchi il ritmo. Lavorando con Jovanotti, invece, ho scoperto il ritmo, elemento che manca nella tradizione classica e la cui assenza impedisce ai giovani di innamorarsene“.

Guarda anche

Gli eventi di settembre 2018 alla Villa delle Rose

Villa delle Rose un settembre ricco, ricchissimo, con una programmazione che saluta l’estate 2018 nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.