Giovanni Allevi loda Jovanotti

Ludwig Van Beethoven non potrà ribattere oer cause di forza maggiore. Ma quello del pianista e compositore Giovanni Allevi è un gran giudizio di appoggio positivo a favore di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che nel 1997, produsse il suo primo album dal titolo “13 Dita“. Il compositore ascolano Giovanni Allevi, ai ragazzi intervenuti per ascoltarlo parlare e suonare al Giffoni Film Festival 2013 ha detto: “Credo che a Beethoven manchi il ritmo. Lavorando con Jovanotti, invece, ho scoperto il ritmo, elemento che manca nella tradizione classica e la cui assenza impedisce ai giovani di innamorarsene“.

Guarda anche

11 luglio a Villa delle Rose ospiti speciali Luca Agnelli e Dana Ruh

Mercoledì 11 luglio 2018 saranno presenti Luca Agnelli e Dana Ruh al secondo appuntamento con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.