Il nuovo disco dei Buckingum Palace: “Macedonia”

I Buckingum Palace sono un gruppo musicale composto da tre personalità stravaganti: Annalisa Vetrugno (basso e voce), Clara Romita (batteria e voce) e Stefano Capoccia (chitarra e voce). I tre, con basso, batteria e chitarra, assorbono ciò che hanno attorno, lo filtrano e lo risputano fuori.



Il risultato è un ammasso di sentimenti contrastanti, suonati con leggerezza indie, durezza post-rock e una punta schizofrenica tipica del math-rock. La band, formatasi nel 2015 dalle ceneri di due progetti differenti, pubblica a maggio 2016 Apricot, primo demo interamente autoprodotto. Di lì a poco avvia una collaborazione con XO di Giuseppe Gioia che li porterà a esibirsi tra Puglia, Calabria e Campania.
Nell’ottobre dello stesso anno entra in studio per registrare Macedonia primo Ep ufficiale, per il quale Marco Ancona (Bludinvidia, Fonokit) cura registrazione e mixaggio. Macedonia è un Ep di 6 tracce, il cui nome non è del tutto casuale: concentra, infatti, ritagli di indie, post e math-rock nello stesso recipiente, dandogli un aspetto uniforme. Le sonorità sono, però, mutevoli e imprevedibili, perfettamente in linea con uno sfrontato sentimento di non-appartenenza che accompagna l’intero lavoro.
La pubblicazione di Macedonia è frutto della collaborazione tra XO e Cabezon Records, il disco uscirà il 17 febbraio 2017. Nello stesso mese partirà anche il loro tour italiano.

Ecco la tracklist dell’EP “Macedonia”:

  1. Cosmesi
  2. Vincolo polare artico
  3. Rango tango
  4. Tipo coleottero
  5. Colosso
  6. Dallo spazio

CREDITS:
Annalisa Vetrugno, basso e voce
Clara Romita, batteria e voce
Stefano Capoccia, chitarra e voce
Registrato e mixato da Marco Ancona presso La Villetta (LE)
Masterizzato da Francesco Guadalupi presso OM Studio Mastering Room (BR)
Produzione artistica Buckingum Palace/XO
Progetto grafico e illustrazione di Alessandro Romita

Guarda anche

E’ uscito “Gufus in Fabula”, il nuovo singolo solista di Gupho

E’ uscito il 31 ottobre 2018 su Spotify e su tutte le piattaforme digitali “Gufus …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.