Dal 28 agosto al 7 settembre, SEI Off Festival a Lecce e a Corigliano d’Otranto (Le)

SEI Off Festival copertinaSEI Off Festival – Sud Est Indipendente Off, dal 28 agosto al 7 settembre 2018, tra Lecce e Corigliano d’Otranto, Lorenzo Kruger, Mad Professor, La Répétition, Dario Muci, Serena Spedicato con “Le Voci di Genova”, Rachele Andrioli e Rocco Nigro sono gli ospiti della sezione extra del festival targato Coolclub.



Dopo un’intensa attività estiva che ha ospitato, tra gli altri, Suzanne Vega, Cosmo, Hollie Cook, Bombino, Bud Spencer Blues Explosion, Coma_Cose, Siberia, Galeffi, Andrea Poggio, Eugenio in via di Gioia, prosegue l’articolata programmazione del Sud Est Indipendente, festival firmato CoolClub con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto da “S’illumina” di Mibac e Siae, dal piano triennale della Regione Puglia, dal Fus – Fondo Unico dello Spettacolo e da altri partner privati, con il patrocinio dei Comuni di Lecce e Corigliano d’Otranto e del Distretto Puglia Creativa. Da martedì 28 agosto a venerdì 7 settembre spazio al SEI Off Festival, sezione extra del festival che ospiterà, tra Lecce e Corigliano d’Otranto, le esibizioni di Lorenzo Kruger (28 agosto), Serena Spedicato con “Le Voci di Genova” (29 agosto), La Répétition e Dario Muci (31 agosto), Mad Professor ospite del Tropical Party (1 settembre) e il duo Rachele Andrioli e Rocco Nigro (7 settembre).
Martedì 28 agosto (ore 21 – ingresso 5 euro consumazione inclusa) sul palco del Castello Volante di Corigliano d’Otranto sarà di scena Lorenzo Kruger, cantante e autore di tutte le canzoni dei Nobraino, la band rock italiana fondata negli anni novanta in Romagna con la quale ha all’attivo più di mille concerti, sei album e presenze su tutti i palchi più importanti della scena italiana. Le sue performance come frontman della band sono note per essere fuori dagli schemi, provocatorie e divertenti. In questo spettacolo le canzoni più belle scritte per i Nobraino saranno ascoltabili in una veste inedita, “ripulite” da qualsiasi arrangiamento e postura scenica, ovvero nella loro forma originaria: pianoforte e voce. Un percorso attraverso la scrittura che passa anche per letture, monologhi, esecuzioni sbilenche e considerazioni semiserie; in una atmosfera rilassata, molto distante dai suoi concerti rock, Lorenzo Kruger mette davanti a tutto le sue canzoni e se stesso.
Mercoledì 29 agosto (ore 21 – ingresso 5 euro consumazione inclusa), appuntamento con una serata speciale dedicata alla città di Genova, colpita nei giorni scorsi dalla tragedia del crollo del ponte Morandi. Sulla terrazza del Castello Volante di Corigliano d’Otranto si esibirà la cantante salentina Serena Spedicato con Le voci di Genova, suo progetto originale che ripercorre la grande tradizione cantautorale genovese dagli anni ’50 ad oggi: Umberto Bindi, Fabrizio De Andrè, Bruno Lauzi, Luigi Tenco, Gino Paoli, Sergio Endrigo, Paolo Conte, Ivano Fossati, un gruppo di intellettuali, prima che musicisti, che si ispiravano e si ispirano al jazz, alla filosofia esistenzialista e ai cantautori francesi. La cantante sarà accompagnata da Giuseppe Magagnino al pianoforte.
Venerdì 31 agosto doppio appuntamento a Corigliano d’Otranto e Lecce. Nel Castello Volante (ore 21 – ingresso 5 euro consumazione inclusa) spazio all’energico live de La Répétition – Orchestra senza Confini diretta da Giovanni Martella e Claudio Prima. Un progetto che fa della cultura dell’incontro e della condivisione la sua filosofia “La musica è da sempre prezioso scrigno della cultura dei popoli, messaggera universale della storia delle genti provenienti da tutto il mondo” dicono i musicisti “La condivisione del tempo e dello spazio che ruota intorno al momento musicale ha dato vita a incontri e scambi fertili, da sempre. Oggi è più che mai possibile intendere e pensare che questo scambio avvenga fra due culture apparentemente e geograficamente molto distanti: quella della Terra di Puglia e quella dei luoghi del West Africa, come il Burkina Faso, il Mail, il Senegal, la Costa d’Avorio”. Il concerto rientra nell’ambito della dodicesima edizione della rassegna “Nel Castello il Mondo” organizzata dal Comune di Corigliano, una vera e propria festa e un’occasione di condivisione e conoscenza reciproca con tanti appuntamenti tra danza, musica e cucina dedicati alle comunità di stranieri – provenienti da Brasile, Bulgaria, Romania, Ucraina, Marocco e Senegal – che vivono e lavorano nel comune salentino. In programma, nel corso della serata, anche l’esibizione di danzatori provenienti da Spagna, Grecia e India per lo spettacolo “La danza dei popoli”, progetto di Tarantarte diretto da Maristella Martella.
Sempre il 31 agosto (ore 21 – ingresso 5 euro) nella Biblioteca Bernardini dell’Ex Convitto Palmieri di Lecce – in occasione dell’inaugurazione della mostra “Próximo Destino: Roma. Sulle tracce dei pittori spagnoli in Italia” dell’artista spagnolo Gonzalo Orquín – appuntamento con Dario Muci “Sulu”. Il progetto del musicista salentino unisce, con un presa di posizione forte e senza compromessi, la ricerca sul campo e l’impegno sociale, dando vita ad un repertorio tradizionale ed originale, che apre uno “spaccato” sulla condizione dei contadini e operai, vittime oggi come ieri di grandi disparità sociali. Un repertorio rabbioso, a tratti ironico e dolce, che narra gli scenari sociali e politici in cui versa il nostro paese, in particolare il Sud, intrecciato a momenti storici significativi che hanno caratterizzato la vita di milioni di Italiani. La mostra (che sarà inaugurata alle 19 e resterà aperta sino al 15 settembre) rientra nell’ambito collaborazione tra l’Ambasciata di Spagna in Italia e la Fondazione con il Sud ed è realizzata grazie alla collaborazione con Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Museo provinciale Sigismondo Castromediano, Polo Biblio museale della Provincia di Lecce, Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto.



Sabato 1 settembre (ore 21 – ingresso 5 euro consumazione inclusa) le terrazze del Castello Volante di Corigliano d’Otranto si coloreranno delle sonorità del Tropical Party con un ospite d’eccezione: Mad Professor, autentico pioniere in UK del dub giamaicano. La sua etichetta Ariwa records rappresenta un marchio di fama internazionale del reggae inglese, tutto grazie all’inconfondibile suono creato da Mad Professor nel suo leggendario studio. Il “professore matto” ha prodotto più di 130 album a partire dal 1979, molti dei quali negli anni ’80 hanno contribuito ad estendere la “mania” del dub anche fuori dai circuiti del reggae. L’impronta di Mad Professor negli anni ’90 è stata molto richiesta anche nel mercato dei remix, oltre ai grandi artisti reggae della sua etichetta (Maka B fra tutti), hanno goduto del suo “tocco” anche Lee Perry, Massive Attack, Jah Shaka, Sade, The Orb, Africa Unite, 99 Posse, Mop Mop e moltissimi altri. In apertura No Finger Nails, un’esperienza musicale che spazia dall’Elettronica al Dub, un progetto totalmente realizzato in homerecording dal producer Andrea Presicce. In chiusura il Tropical Party – con Dubin, Miss Mikela, La Marina e altri ospiti – proporrà selezioni tra reggae, dub, electro, jungle, ska, bass music, hip hop, drum’n’bass, roots e tanto altro ancora.
Venerdì 7 settembre (ore 21 – ingresso 5 euro) al Museo Sigismondo Castromendiano di Lecce nuova tappa del tour di presentazione di “Maletiempu”, terzo progetto discografico del duo composto dalla cantante Rachele Andrioli e dal fisarmonicista Rocco Nigro. Il disco è prodotto, come i precedenti Maldimè e Malìe, da Eraldo Martucci e dall’etichetta Dodicilune di Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti per la collana editoriale Fonosfere. L’affiatato duo continua a far rivivere con sensibilità moderna i canti della tradizione del Sud Italia, non trascurando però di fornire il proprio personale e originale apporto. Il disco comprende, infatti, tre inediti (“Maletiempu”, “Occhi”, “Zumpettana”), sei brani provenienti da varie tradizioni regionali (“Nunna Nanna”, “Tanti Suspiri”, “Vanni Dell’Uorto”, “Lu Cunigghiu”, “Tempesta”, “Ninna Nanna”), “Cosa Sono le nuvole” di Pierpaolo Pasolini e Domenico Modugno e “L’attesa” del cantautore salentino Massimo Donno, tra gli ospiti del disco con Giuseppe Spedicato (basso acustico), Vito De Lorenzi (duff, tabla, daire), Massimiliano De Marco (voce) e Valerio Daniele (chitarra elettrica).
Il Festival Sud Est Indipendente, ideato, organizzato e promosso dalla Cooperativa CoolClub, vincitore per il secondo anno consecutivo del bando “S’illumina” di Mibac e Siae, è sostenuto dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia e, per la prima volta, dal Fus – Fondo Unico dello Spettacolo del Mibac, con il patrocinio dei Comuni di Lecce e Corigliano d’Otranto e del Distretto Produttivo Puglia Creativa. La dodicesima edizione del SEI Off Festival è realizzata anche grazie alla collaborazione di due sponsor che hanno sposato e sostenuto il progetto: il gruppo Vestas Hotel & Resort con il quale sono stati ideati pacchetti di accoglienza per i turisti che seguiranno i concerti del festival e il Birrificio B94 che ha realizzato una produzione esclusiva di birre artigianali a marchio SEI.

Guarda anche

6 settembre finale del concorso canoro “Una voce per l’Europa”

Arriva al suo atto conclusivo Una voce per l’Europa, il festival canoro internazionale giunto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.