Approda all’Amsterdam Dance Event il progetto ideato da Provenzano DJ: “Italians do it better”

italians-do-it-betterUn team di dj italiani, professionisti affermati nel mondo della musica elettronica, presenta, in occasione dell’ADE, “Italians do it better”, il nuovo format nato dalla mente di Provenzano DJ. L’evento è in calendario giovedì 20 ottobre dalle h.19.00 alle h.23.00 all’Elephant du Congo di Amsterdam, il locale facente parte del circuito della manifestazione. Provenzano DJ, voce nota al grande pubblico di m2o e non solo, autore e conduttore di diversi programmi e quest’anno in onda con “Music Zone”, scende nell’ADE ovvero nell’Amsterdam Dance Event, una delle più grandi piattaforme di musica elettronica al mondo, con un nuovo ed esclusivo progetto: “Italians do it better”, ma non sarà solo. Per questa nuova avventura ha voluto accanto a sé altri DJ, tra cui Denny Berland, Stefano Pain, Luca Guerrieri, Federico Scavo, Leandro da Silva e Wlady, professionisti affermati nel mondo della musica elettronica. Il format si basa sulla formula meet and greet. Gli ospiti della serata potranno non solo ascoltare e godersi i dj set dei vari dj ma anche incontrarli personalmente e colloquiare con loro.

 

“Italians do it better” vuol essere un’esperienza, prima che un evento, un modo per colmare le distanze fra gli artisti e il pubblico in un clima informale e rilassato, nonché un’occasione per rapportarsi con realtà internazionali. Provenzano DJ non è nuovo a progetti di ampio respiro: “L’idea alla base di Italians do it better è, quella di riunire in un unico team degli artisti italiani che già in passato hanno avuto l’opportunità di collaborare e che quindi hanno un rapporto lavorativo rodato e che, sono certo, saranno in grado di portare all’interno di un appuntamento cosi importante la loro professionalità e di dimostrare sia all’estero che in Italia, che anche noi siamo in grado di fare squadra. Una squadra che spero possa crescere nel corso degli anni e diventare sempre più numerosa. L’obiettivo è offrire agli ospiti che verranno a trovarci un panorama di quella che è oggi la competenza, la professionalità e il modo di fare e proporre musica del nostro paese ma anche avere la possibilità, perché no, di ricevere del materiale da ascoltare e intavolare nuove relazioni professionali a livello internazionale”. L’evento vuol essere anche il veicolo di un messaggio che a volte fatica a passare: anche in Italia si fa dell’ottima musica elettronica e i dj sopra citati ne sono la dimostrazione. Che il lavoro del dj è una professione che richiede preparazione, passione e impegno. La scelta di proporre la serata all’ADE non è ovviamente casuale: da sempre è la kermesse principe nel campo della musica elettronica. Per cinque giorni (quest’anno 19-23 ottobre), la capitale olandese, diventa il punto caldo di un incredibile network di eventi, in qualsiasi angolo della città si respira musica elettronica, che sia un dj set, una conferenza, un workshop, la protagonista indiscussa è lei. “Questa è la manifestazione più importante in Europa ed è quella con maggiore partecipazione di addetti ai lavori. Sfruttando il fatto, che in ogni caso saremmo già stati tutti là, è stato molto più semplice organizzare il tutto. Mi piace pensare a questo evento come ad una puntata zero, e che possa crescere e svilupparli nel tempo, sia i Italia che all’estero”, conclude Provenzano DJ. L’ADE sarà l’occasione per presentare al pubblico il progetto “Italians do it better” che non vuole, infatti fermarsi solo ad Amsterdam, in cantiere ci sono infatti, già altre due date in calendario per il prossimo anno: a Miami in occasione del WMC (Winter Music Festival) e Milano al Grand Hotel Villa Torretta (data ancora in via di definizione).

Italians do it Better, giovedì 20 ottobre 2016 dalle h. 19.00 alle h. 23.00
L’Elephant du Congo – Reguliersdwarsstraat 37, 1017 BK Amsterdam, Paesi Bassi – Ingresso Libero



Guarda anche

Nasce Soundfeat.com

Soundfeat è una piattaforma dedicata alla conoscenza, alla condivisione e alla collaborazione musicale. Rete sociale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *