Abfahrt Danceland Edition, in radio tutti i venerdì notte

Abfahrt Danceland Edition cover locandinaAbfahrt Danceland Edition, dal 12 gennaio 2018 tutti i venerdì notte in radio su Radio Dance Roma. Selezionare la miglior musica elettronica mixata da dj provenienti da tutti e cinque i continenti: questa è la missione di Abfahrt Danceland Edition, il nuovo mixshow in onda su RDR (Radio Dance Roma), dal 12 gennaio 2018 in onda ogni venerdì notte da mezzanotte alle tre (CET time).



Abfahrt è il radio show del dj e producer Frankye Lova, in onda dallo scorso anno su Pure Ibiza Radio e che nel 2018 debutta in Italia diventando il primo mix show del magazine digitale Danceland, grazie alla gentile ospitalità di Radio Dance Roma, neonata webradio che ha già in palinsesto artisti del calibro di Aly & Fila, Sander Van Doorn, Cosmic Gate e che a breve approderà alle frequenze in FM. Abfahrt Danceland Edition dura tre ore esatte. 180 minuti dedicati ad House e Techno, con le sonorità più classiche che si alternano a quelle d’avanguardia con grande naturalezza. Un viaggio che coinvolge dj e produttori italiani da anni protagonisti con serate e release in tutto il mondo, da Ibiza al Sudafrica, dalle Americhe alla Mitteleuropa. Una nuova piattaforma che si declina attraverso il web ed è destinata ad espandersi in tutto il mondo.
Ad Abfahrt Danceland Edition partecipano Frankye Lova (Abfahrt), Artiglio (Seven Scales Records), Lenny (Music Boat Records), Nicola Zucchi (Sparkling Attitude), Stefano Di Miceli (Wats Records) e i dj delle etichette discografiche Individual Music e Reshape Records. Venerdì 12 gennaio 2018 si inizia con i mixati di Artiglio (Seven Scales Records), Frankye Lova (Abfahrt) e Lenny (Music Boat Records).

Dopo la messa in onda, tutte le puntate di Abfahrt saranno disponibili al link: soundcloud.com/frankyelova/sets/radio-dance-roma-abfahrt/s-RaaSP e sul sito della radio www.radiodanceroma.it


Guarda anche

UWC: un coro dedicato a Giulio Regeni

Il coro dei Collegi del Mondo Unito (UWC) dedica una canzone a Giulio Regeni nell’anniversario …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *